Google: creato lo strumento "Sodar" che utilizza la realtà aumentata per mantenere la corretta distanza sociale

Novità in casa Google: per aiutare a mantenere la corretta distanza sociale, è stato creato uno strumento chiamato "Sodar", che...

mercoledì 4 agosto 2021

Internet mobile: SIM dati e router a rate la migliore opzione per navigare in vacanza

Neanche durante l’estate possiamo fare a meno di una connessione affidabile: per navigare, raccontare sui social network le nostre avventure in vacanza, documentarci su musei e attrazioni culturali da visitare. La connessione è fondamentale anche per lavorare in smart working da remoto.

Se non possiamo contare su una connessione fissa, quali sono le alternative all’utilizzo dello smartphone come hotspot? L'ultima indagine SOStariffe.it ha confrontato prezzi e prestazioni di tre diverse soluzioni per Internet mobile collegarsi alla rete nei mesi caldi, puntando sulla rete dati e su un router WiFi.

Internet in vacanza: tre soluzioni a confronto

Lo studio esamina tre principali soluzioni di navigazione in vacanza. I dati medi del report, espressi su base mensile, sono stati ricavati dal comparatore di offerte internet mobile SOStariffe.it, valutando le soluzioni proposte sul mercato ad agosto 2021.
La prima soluzione vagliata dall’indagine è rappresentata dalle offerte con SIM di soli dati, senza chiamate ed SMS compresi.
Si tratta delle promozioni che offrono una SIM con GB inclusi (in media sono 118 GB) e un router mobile fornito dall’operatore, con la classica forma di saponetta. Il dispositivo, in questo tipo di offerte, non è incluso ma è acquistabile in un’unica soluzione. La spesa da sostenere in questo caso comprende un canone mensile che si aggira intorno ai 13,53 euro a cui aggiungere un costo di attivazione di 6,25 euro.
Il prezzo del router, per chi sceglie di acquistarlo, è pari, in media, a 52,17 euro. La spesa complessiva, tenendo conto del canone mensile, dell’attivazione e del router, risulta essere di 85,47 euro per i primi due mesi. È possibile decidere di fare a meno del router (utilizzando uno smartphone o un router già in proprio possesso come hotspot) per ridurre i costi.
Per connetterci in mobilità ovunque ci troviamo, in alternativa, possiamo optare per una SIM dati con GB inclusi (in media 90 GB) e un dispositivo da acquistare a rate e che sarà parte integrante dell’offerta. In questo caso le spese da sostenere sono: un canone mensile di 13,49 euro a cui aggiungerne 7,50 di attivazione. Il costo complessivo del router incluso è di soli 12 euro. Per i primi 2 mesi dal momento dell’attivazione la spesa sarà pari a 46,48 euro.
La terza soluzione è rappresentata dalla possibilità di attivare un pacchetto all inclusive con SIM ricaricabile con minuti, sms e GB inclusi (in media sono 102 GB). Una volta acquistata la SIM possiamo usarla anche in questo caso con l’ausilio di un router WiFi o di uno smartphone.
Dovremmo far fronte, dunque, ad un canone mensile di 12,43 euro, a cui aggiungere 6,31 euro di costo di attivazione. Il router WiFi, da acquistare a parte rivolgendosi ad un rivenditore terzo, ha, invece, un costo medio di 55,65 euro.
Per i primi due mesi dall’attivazione bisognerà sostenere una spesa complessiva di 86,81 euro. Anche in questo caso, chi ha già un dispositivo in cui inserire la SIM attivata, potrà risparmiare sull’acquisto del router, ottimizzando la spesa senza rinunciare alla possibilità di navigare in mobilità.

Scovare i pacchetti più convenienti con l'uso di un comparatore

Per navigare in mobilità giorno e notte durante tutte le nostre vacanze senza problemi possiamo scegliere l’offerta a noi più congeniale adoperando il comparatore di SOStariffe.it, grazie al quale sono stati rilevati i dati della presente indagine: https://www.sostariffe.it/tariffe-cellulari/. Inoltre, grazie alla nuova applicazione SOStariffe.it per dispositivi mobili, scaricabile gratis da iOS e Android store, è facile confrontare i prezzi delle tariffe in pochi clic: https://www.sostariffe.it/app/.

martedì 3 agosto 2021

Green Pass: è ora possibile recuperare l'Authcode in autonomia

Grandi novità per il Green Pass: è ora possibile, per coloro che hanno i requisiti per la Certificazione verde Covid-19 e non hanno ricevuto o hanno smarrito l'SMS o l'email, recuperare l'Authcode in autonomia. Basterà accedere alla nuova applicazione attiva sul sito www.dgc.gov.it, inserendo il codice fiscale, le ultime 8 cifre della tessera sanitaria e la data dell'evento che ha generato la certificazione verde (data dell'ultima vaccinazione o del prelievo del tampone o, per le certificazioni di guarigione, la data del primo tampone molecolare positivo).

Una volta ottenuto l'Authcode si potrà scaricare la Certificazione dallo stesso sito con Tessera Sanitaria o con a app Immuni. A comunicarlo il ministero della Salute.
Anche i dipendenti delle istituzioni dell'UE, il personale diplomatico e il personale di enti e organizzazioni internazionali e relativi familiari a carico, che vivono sul territorio nazionale e che sono stati vaccinati in Italia, nonché i cittadini italiani iscritti all'A.I.R.E., possono acquisire la certificazione verde COVID-19 dal sito istituzionale www.dgc.gov.it inserendo il codice fiscale o l'identificativo assegnato da Sistema Tessera Sanitaria per accedere alla vaccinazione e la data dell'ultima vaccinazione, senza la necessità dell'Authcode.

lunedì 2 agosto 2021

Apple: a breve il ritorno dell'iPad Mini

(Ansa)
Novità in casa Apple: a breve ci sarà il grande ritorno dell'iPad Mini, il tablet più piccolo della casa, la cui ultima uscita risale alla quarta generazione del 2019. Stando a diverse fonti, il colosso di Cupertino presenterà un nuovo modello entro la fine dell'anno, probabilmente con un evento online in inverno, successivo a quello di settembre dedicato agli iPhone 13.

Secondo il sito giapponese Mac Otakara, il Mini 6 non sarà esteticamente molto diverso dal precedente, tranne qualche piccola modifica di design.
Atteso uno schermo da 8,3 pollici, circondato da cornici più strette, entro cui dovrebbe trovare spazio il sensore Face ID, indice della probabile scomparsa del tastino Home. Oltre al vociferato supporto alla Apple Pencil, il tablet in miniatura potrebbe ospitare un processore A14 o A15 e una porta USB-C, sostituita del connettore casalingo Lightning, in linea con il cambio di passo già avvenuto su iPad Pro e iPad Air (4a generazione). Un'indiscrezione di DigiTimes parla dell'adozione di un ‌display mini-LED, come quello al debutto sul nuovo iPad Pro da 12,9 pollici. Tuttavia, l'analista esperto di schermi, Ross Young, sottolinea come l'attuale tecnologia mini-LED non porterebbe grossi vantaggi su un pannello ridotto, come quello dell'iPad Mini, oltre ad alzare i costi di vendita. Si dice certo quindi dell'utilizzo di un classico display IPS.

domenica 1 agosto 2021

I climatizzatori e i purificatori d’aria LG diventano sempre più smart grazie alla compatibilità con Amazon Alexa

Grazie a ThinQ, infatti, la piattaforma proprietaria di Intelligenza Artificiale di LG compatibile con Intelligenze Artificiali di terze parti, gli elettrodomestici LG possono essere gestiti in modo intelligente semplicemente dialogando con gli smart speaker presenti in casa o utilizzando l’app gratuita per smartphone LG ThinQ.

"Grazie alla compatibilità con gli smart speaker Google Assistant prima e ora anche con quelli Amazon Alexa, vogliamo offrire ai consumatori massima semplicità e comfort nell’utilizzo quotidiano dei nostri elettrodomestici", ha dichiarato Gianluca Figini, Air Solution Director, LG Electronics Italia. "La compatibilità con altre Intelligenze Artificiali è uno dei principi fondanti della nostra strategia. LG ThinQ è stata sviluppata proprio per rendere la piattaforma aperta e connessa al servizio di una casa che sta diventando sempre più smart, grazie alla nuova generazione di elettrodomestici intelligenti che possono essere comandati anche con la voce".
‘Alexa qual è la temperatura impostata sul climatizzatore?’ o ‘Alexa accendi il purificatore d’aria’ sono solo alcuni esempi dei comandi vocali che possono essere impartiti attraverso gli smart speaker di Amazon, quando si è impegnati in altre attività o semplicemente non ci si vuole alzare dal divano. Grazie ai comandi vocali è possibile accendere e spegnere i purificatori d’aria, mentre per i climatizzatori, oltre a comandare l’accensione e lo spegnimento dell’unità, si può controllare anche la temperatura attuale della stanza e modificarla secondo le proprie esigenze, oltre che impostare la velocità di ventilazione e la modalità operativa.
Disponibile per smartphone e tablet Android e sistema iOS, l’app LG ThinQ consente inoltre di tenere sotto controllo la temperatura di casa in modo intelligente anche da smartphone: attivando attraverso pochi comandi touch la funzione desiderata e trovare un ambiente confortevole al rientro a casa. Tramite l’app è possibile selezionare anche le funzionalità avanzate, come ad esempio impostare il timer di accensione o spegnimento così come configurare la programmazione giornaliera e settimanale. Inoltre, grazie alla funzione di monitoraggio dei consumi è possibile visualizzare l’andamento settimanale e mensile e il tempo di funzionamento sia dei climatizzatori sia dei purificatori d’aria.
LG ThinQ non è solo una soluzione smart per la casa, ma offre un nuovo modo di vivere. La connettività IoT e l’intelligenza artificiale dimostrano la costante innovazione tecnologica, sottolineata dallo slogan “Innovation for a Better Life”, che LG sta perseguendo con l’obiettivo di accompagnare e semplificare la vita delle persone in ogni momento, grazie a soluzioni progettate per interagire tra loro in modo semplice e intuitivo.

sabato 31 luglio 2021

Huawei: lanciati solo in Cina i nuovi smartphone P50 e P50 Pro

(Ansa)

Novità in casa Huawei: sono stati annunciati i nuovi smartphone di punta per il mercato cinese, P50 e P50 Pro. Si tratta dei primi che girano con HarmonyOS 2, il sistema operativo mobile proprietario, sostituto di Android.

Al momento non è atteso l'arrivo in mercati esterni a quello cinese. Come al solito, le caratteristiche sono all'avanguardia e poggiano sugli ultimi processori Qualcomm Snapdragon, o in alternativa i Kirin casalinghi, e un comparto fotografico d'eccezione.
Stranamente, né P50 né P50 Pro supportano la rete di nuova generazione 5G. Il P50 Pro ha un display Oled da 6,6 pollici con frequenza di aggiornamento a 120Hz, mentre il P50 ha un pannello da 6,5 ;;pollici a 90Hz. Il Pro beneficia di una batteria da 4.360 mAh, rispetto ad un modulo da 4.100 mAh del P50. Entrambi possono essere caricati rapidamente via cavo a 66 W. il P50 Pro ha quattro fotocamere posteriori: un teleobiettivo principale da 50 megapixel, un teleobiettivo da 64 megapixel con zoom ottico 3,5x, un monocromatico da 40 megapixel e un ultra grandangolare da 13 megapixel. Il P50 ha solo tre sensori ma mantiene il principale da 50 megapixel, a cui si affiancano un teleobiettivo da 12 megapixel con zoom ottico 5x e un ultrawide da 13 megapixel. Entrambi hanno fotocamere selfie da 13 megapixel. Il lancio della serie P50 è avvenuto leggermente più tardi rispetto a quello dei P40, svelati la scorsa primavera. La ragione è nel perfezionamento di Harmony OS, giunto alla sua seconda versione, e già presente sull'ultima famiglia di smartwatch lanciata solo qualche settimana fa.

venerdì 30 luglio 2021

Microsoft: rilasciata la prima beta pubblica di Windows 11

(Ansa)

Novità in casa Microsoft: è stata rilasciata la prima beta pubblica di Windows 11, disponibile per gli iscritti al suo programma Windows Insider. Il colosso di Redmond aveva già diffuso una versione non definitiva del prossimo sistema operativo, nella declinazione 'Dev', per gli sviluppatori, dalla stessa Microsoft considerata per "utenti altamente tecnici".

Secondo la compagnia, la versione beta è meno problematica, maggiormente convalidata e pronta all'uso, anche se non ancora definitiva come quella che arriverà verso la fine dell'anno per tutti.
Per installare la beta c'è bisogno di un computer compatibile. Per questo, Microsoft ha realizzato una serie di indicazioni particolari che semplificano l'utente a definire se il proprio PC desktop o portatile potrà ospitare il sistema, anche attraverso un software automatico che esegue l'analisi delle componenti interne. La società ha affermato che presterà molta attenzione al funzionamento di Windows 11 anche su processori non recentissimi, come gli Intel di settima generazione e gli AMD Zen, almeno durante il periodo di test, quindi è possibile che a questi venga consentito di eseguire la versione beta ma non la finale. Di solito. il passaggio da Dev a beta richiede una reinstallazione completa del sistema operativo ma, secondo l'account Twitter di Windows Insider, sarà possibile farlo con operazioni più semplici, conservando tutto il contenuto in esecuzione.

giovedì 29 luglio 2021

Instagram: introdotte modifiche per rendere l'app più sicura per i giovani

(Ansa)
Grandi novità per il social network Instagram: sono state introdotte alcune modifiche pensate per rendere l'app più sicura per i giovani. D'ora in poi, chiunque si iscriva al servizio e abbia meno di 18 anni (o 16 in alcuni paesi) avrà un account privato per impostazione predefinita, anche se l'opzione per passare a pubblico sarà sempre disponibile. I minorenni già iscritti, riceveranno una notifica che inviterà, senza alcun obbligo, a passare al profilo privato.

A marzo, Instagram ha iniziato a mostrare ai giovani che si iscrivono un messaggio che mostra tutti gli aspetti positivi di un account non pubblico.
Il team di sicurezza di Instagram ha, inoltre, affermato di aver reso più celere il processo di blocco di un account a seguito di una segnalazione da parte di un minorenne. La società può identificare "comportamenti potenzialmente sospetti" degli iscritti che, se reiterati, non potranno più interagire con i minori, sia via messaggi che nella visualizzazione delle foto pubblicate e nelle schede Esplora, Reels o Account suggeriti.